mercoledì 13 febbraio 2013

SUI QUADRI

Ecco, giusto perchè sto leggendo un libro in argomento (Fiona McLaren, La Cospirazione DaVinci, Newton Compton 2012) e per rispondere al commento di Ely al post precedente......

Ok premettiamo: non sono una storica dell'arte, ne presumo di sapere cosa passasse nella testa di Leonardo, ne tanto meno ritengo che una cosa sia vera solo perchè Leonardo l'ha (o pare averla) dipinta. Però ci sono alcune curiose coincidenze nei suoi dipinti che val la pena di sottolineare, poi ognuno sia libero di interpretarle secondo la propria idea, volontà o sensibilità.

Il libro di Fiona McLaren prende l'avvio da un quadro, venuto in possesso di suo padre attorno agli anni '60.
Il quadro rappresenta una Madonna con bambino, San Giovannino e un agnello.

Eccolo:
Ci sono molte cose che si possono dire su questo dipinto, ma la prima in assoluto è che il bambino in braccio alla madre ha un Fleur de Lys dipinto sull'aureola. E' onestamente la prima cosa che ho notato. Il Fleur de Lys è un simbolo legato a Maria Maddalena ed alla sua supposta discendenza, perciò chi dice che questo quadro rappresenti la Madonna con Gesù? Forse si tratta di un'altra Maria.......

Questa supposizione sembra essere "confermata" anche da altri elementi... non prove ma sicuramente indizi.

1. La donna ha i capelli rossi, caratteristica sovente associata a Maddalena (forse per via del peccato)

2. I vestiti della donna sono verdi e rossi, mentre la Madonna è sempre ritratta vestita di bianco e celeste

3. Il fiore in mano alla donna è - a quanto pare - un garofano, simbolo nel medioevo del lutto (è forse una donna in lutto per una perdita?). Pare inoltre che il garofano, nei dipinti del Quattro e Cinquecento fosse usato come riferimento al matrimonio (il che ha un senso, trattandosi di una madre con suo figlio). Per ultimo, la parola carnation (inglese per garofano) deriva etimologicamente da carnalis (latino medievale) col senso di "del medesimo sangue", o discendenza.

Mont Saint Victoire con Aix ai piedi
4. Il paesaggio retrostante le figure in primo piano sembra essere diciamo congruente con la zona di Aix en Provence, essendo il massiccio bianco alle spalle di Maria (forse) una rappresentazione del monte Sainte Victoire con la città di Aix ai suoi piedi, visibile ancora (ma non in questa foto purtroppo) la chiesa gotica di Saint Jean de Malte. E' nota la tradizione che vuole Maddalena in Provenza nei primissimi anni dopo la crocifissione.

Questo quadro, di cui non si conosce l'autore con precisione, è stato attribuito alla "scuola di Leonardo da Vinci" ma la sua proprietaria non esclude che possa esservi la mano del Maestro stesso.

Vediamo perchè nel prossimo post :-)

Nessun commento:

Posta un commento

Si è verificato un errore nel gadget