venerdì 17 agosto 2012

MA VOI LO SAPEVATE...

... che nel canone neo testamentario sono incluse 3 lettere di Giovanni?

Secondo me non lo sa nessuno............

La seconda comincia così:

 Io, il Presbìtero, alla Signora eletta da Dio e ai suoi figli, che amo nella verità,
e non io soltanto, ma tutti quelli che hanno conosciuto la verità,  a causa della
verità che rimane in noi e sarà con noi in eterno....

Prosegue così:

E ora
prego te, o Signora, non per darti un comandamento nuovo, ma quello che
abbiamo avuto da principio: che ci amiamo gli uni gli altri. Questo è l’amore:
camminare secondo i suoi comandamenti. Il comandamento che avete appreso da
principio è questo: camminate nell’amore.

E finisce così:

 Ti salutano i figli della tua sorella, l’eletta.


L'opinione comune e colta è che la Signora eletta da Dio sia un riferimento alla comunità alla quale la lettera è rivolta. Non una persona, ma un gruppo di persone. Però si tratta di una lettera molto personale, molto diversa da quelle di Paolo - che sono essenzialmente dottrina. Questa è più una lettera privata: il Presbitero (Giovanni, l'autore) si rammarica per non aver visto la signora ed i  suoi figli per lungo tempo, dice di avere tante cose da dire e si augura di poterlo fare presto di persona anzichè per lettera.

Sembra una lettera di un amico ad un amico (o amica) più che quella di un leader spirituale al suo gregge bisognoso di guida e conforto.

Ecco, io non voglio in questo caso mettermi contro gli studiosi e i biblisti perchè - ad onor del vero - questa lettera la conosco appena. Ma... e se la Signora Eletta fosse una persona?
Si è verificato un errore nel gadget